Il tumore del rene nei giovani e negli anziani: i dati del Registro Tumori della Regione Toscana

Titolo completo: 
Il tumore del rene nei giovani e negli anziani: i dati del Registro Tumori della Regione Toscana
E-mail (autore per corrispondenza): 
a.caldarella@ispo.toscana.it
Autore/i: 
A Caldarella 1, E Crocetti 1, C Buzzoni2, A Corbinelli1, G Manneschi1, L Nencova1, C Sacchettini1, T Intrieri 1, E Paci 1
Istituto/i: 
1Registro Tumori della Regione Toscana – ISPO, Firenze, 2 Banca Dati Airtum c/o UO Epidemiologia Clinica e Descrittiva – ISPO, Firenze
Obiettivi: 
L’aumento del tasso di incidenza del tumore renale, documentato negli ultimi decenni in tutto il mondo occidentale, appare attualmente rallentare; recenti segnalazioni provenienti da studi su dati SEER indicano tuttavia un aumento del numero di nuovi casi in particolare nei soggetti giovani. Scopo del nostro studio è stato valutare l’andamento dell’incidenza del tumore del rene nei giovani e negli anziani nel Registro Tumori della Regione Toscana
Materiali e metodi: 
Sono stati selezionati dall’archivio del Registro Tumori della Regione Toscana i pazienti residenti nell’area di Firenze e Prato con diagnosi di tumore del rene e pelvi renale negli anni 2000-2005. Sono state raccolte le variabili relative a sesso ed età al momento della diagnosi (suddivisa in <65 e 65+) e sono stati calcolati i tassi di incidenza stratificandoli per le due classi di età individuate. La variazione media annuale percentuale dei tassi (APC) viene calcolata adattando ai dati una retta di regressione dei minimi quadrati sul logaritmo naturale dei tassi, utilizzando l'anno di calendario come variabile di regressione, secondo la procedura del software SEER*Stat.
Risultati: 
Nel periodo in esame sono stati diagnosticati 1556 casi di tumore del rene e della pelvi renale, 1019 uomini (65.5%) e 537 donne (34.5%). La proporzione di soggetti con età alla diagnosi minore di 65 anni era pari 39.3% del totale. L’andamento medio dell’incidenza nel periodo in esame risultava in aumento, mostrando un cambiamento percentuale annuo del tasso statisticamente significativo (APC +4.7, IC +0.5-+9). Analizzando i dati per età, nei soggetti più giovani, sebbene il tasso di incidenza sia notevolmente più basso rispetto agli anziani (tasso incidenza: <65 anni 10.4, 65+ anni 60.8), il trend mantiene la tendenza all’aumento (APC +7.0, CI +2, +12.4), a differenza di ciò che accade nei soggetti con età superiore ai 64 anni, dove l’andamento appare stabile, senza significative modificazioni (APC +2.6, CI -6.2, +12.3).
Discussione: 
In accordo con la letteratura internazionale anche i nostri dati evidenziano un aumento dell’incidenza del tumore renale, in particolare per quanto riguarda i soggetti con età minore di 65 anni, nei quali, a differenza dei soggetti più anziani, i casi di tumore renale continuano ad aumentare in modo statisticamente significativo. Tale andamento, se confermato nei prossimi anni, potrebbe essere riconducibile all’utilizzo di tecniche diagnostiche più sensibili, ma forse anche, secondo la letteratura più recente, a modificazioni nell’esposizione a fattori di rischio in questa classe di età e porrebbe importanti implicazioni diagnostiche e terapeutiche.